I KNOW WHAT I LIKE

I KNOW WHAT I LIKE (IN YOUR WARDROBE)

 

di e con: Antonio Carletti, Fausto Cerboni, Simona Cova, Olivia Giovannini
photo: Laura Milone

 

video: www.vimeo.com/8633950
 

I KNOW WHAT I LIKE (IN YOUR WARDROBE) è la messa in gioco del materiale corporeo del precedente lavoro di S.A.N. (super B-A) in contesti non teatrali: in I KNOW le danze e azioni presenti in super B-A si spogliano del loro valore assoluto per farsi strumenti di una relazione di necessità con il pubblico. Quattro performer vestiti in modo neutro chiedono in prestito, ad un pubblico in transito, capi d’abbigliamento o accessori che rendono possibile il farsi di brevi danze o azioni, unico mezzo per portare i vestiti del pubblico nel guardaroba. Il pubblico si trova coinvolto per caso e sceglierà se rimanere ad osservare lo svolgimento delle azioni o tornare in un secondo tempo a riprendere i propri oggetti nel guardaroba. Non esiste senso narrativo e il tempo è indeterminato Unica regola per i performer: dare valore primario al guardaroba e non alle danze/azioni; decentrare lo spazio-tempo per far arrivare le visioni depositate in altro tempo e altro luogo.

 

Relazioni meccaniche tra costume e corpo
Una chiusura lampo nel tessuto del corpo
Funzionalità motorie che alterano lo spazio
Cedere all’altro un oggetto di sé
C’è sempre qualcosa da lasciare in uno spazio vuoto o parzialmente invaso
L’oggetto fa funzionare il soggetto
I corpi hanno bisogno di pelle. Dare sostegno
L’osservatore può scegliere cosa lasciare o prendere
Nella transizione la stanza è il guardaroba dove sprofondiamo alla ricerca di un costume che ci sostenga l’uscita
L’accessorio è l’estetica delusa

 
_____________________
 
PERFORMANCE
 
Terzo Festival Internazionale di Danza Urbana CORPI URBANI/URBAN BODIES, Settembre 2005, Genova.